IL VERO LUSSO DELLA NOSTRA EPOCA

Email, notifiche, lavoro per obiettivi, likes, l'algoritmo di Instagram, Milano, passo svelto, vivere veloce. Sì, vivere veloce. Il mondo in cui viviamo va ad una velocità esagerata, siamo sempre completamente occupati a lavorare, a misurare le nostre performance perchè qualcuno ci giudicherà (un capo, un amico, la società..), a dover rendere conto del nostro operato, a dover dimostrare che siamo "arrivati" (ma dove poi?), a voler dimostrare a chi ci circonda che siamo diventati bravi ad interpretare i ruoli che la società ci chiede. Una brava mamma, amica, manager, confidente, lavoratrice. Studia, lavora, trovati un fidanzato, sposati e fai figli.


Perchè non ci fermiamo un attimo a riflettere? Dove è finita la nostra spontaneità? La bellezza delle cose semplici? Quand'è stata l'ultima volta che ci siamo sentiti davvero noi stessi? Quante volte fai qualcosa perchè lo desideri veramente? O piuttosto lo fai perchè sei abituata a farlo e quindi va bene così? Lavoro, amicizie, sport, credo religiosi, comportamenti...


Se ci pensi, è facile perdere la propria identità in questo mondo che va a mille all'ora. Non siamo più Giulia, Federica, Marco etc... Molto spesso le persone ci vedono come "la moglie di", "il capo di", "il figlio di". Ma, al netto di tutte le maschere che indossiamo (sì, ho sempre amato Pirandello), al netto dei nostri lavori, delle nostre relazioni sociali, dei ruoli che la società ci impone, chi siamo veramente?


In questo mondo che corre veloce, negli ultimi mesi ho sentito un grande bisogno di staccare un po' la spina. E allora ho momentaneamente messo in stand by la mia pagina Instagram, che è nata come voglia di condividere la mia passione in maniera del tutto sincera e spontanea. Se c'è una cosa (anzi due) che i miei primi 30 anni mi hanno regalato, sicuramente sono la consapevolezza e la libertà. Di poter scegliere per me ciò che voglio essere e fare. Le mie scelte riflettono i miei desideri, non le imposizioni della società. Non ciò che gli altri si aspettano da me.


In questa epoca in cui sei cool se hai tanti followers, likes e visualizzazioni, quasi lì a confermare che stai andando bene, che hai successo.... il vero lusso è avere la possibilità di fermarsi. Dimenticarsi dell'approvazione sociale, dei numeri, dell'algoritmo, di come vogliamo apparire.


Il vero lusso è decidere di ESSERE (live to express, not to impress, leggevo da qualche parte). Sì proprio questo. Al netto dei nostri lavori, delle nostre amicizie, di come ci ha cresciuto la nostra famiglia, noi chi vogliamo essere?


Allora voglio concludere così, con un consiglio per te che mi leggi.


Abbi il coraggio di chiederti chi vuoi essere e dove vuoi andare. Di vivere in maniera spontanea, di essere padrona delle tue decisioni. Di fregartene di ciò che pensa la società, di come ti vedono i tuoi colleghi, i tuoi parenti... tu chi vuoi essere davvero?


Abbi il coraggio di rallentare. Di vivere ad una velocità umana e non da robot. Goditi il tempo di una passeggiata, di un gelato in solitaria, di un buon libro al sabato pomeriggio. Di fermarti ad osservare un campo di grano, di goderti i piedi nella sabbia. E metti via il cellulare, a chi pensi che freghi se sei al mare sotto l'ombrellone? Goditi il momento, rimani nel presente.


Da ora sempre così. Faccio ciò che desidero, nel momento presente, scegliendo per me chi voglio essere.


Questo è il mio augurio, per me e per te.


Namastè,



Giulia